Visca Catalunya! Visca el “Català”!

Barcelona, la vivacissima capitale della Catalogna, è una città tutta da vivere e da scoprire.
Vibrante, colorata e allegra, Barcellona, con il suo incantevole centro storico, i tantissimi musei e la sua coinvolgente movida, ha bisogno di poche presentazioni.

Simbolo della città è la Rambla, luogo prediletto per il classico “paseo” (passeggio). Il curioso nome deriva dalla parola araba “ramla” che significa “arenile”; in origine, infatti, era un torrente costeggiato da una serie di muraglie e conventi.
Lunga poco meno di un chilometro e mezzo, la Rambla, frequentatissima a tutte le ore del giorno e della notte, collega la Plaça de Catalunya all’antico porto (Port Vell) ed è composta da 5 distinti viali alberati:

  • Rambla de Canaletes: con l’omonima, antica, fontana e l’Università.
  • Rambla dels Estudis: sede del tradizionale mercato degli uccelli.
  • Rambla de les Flors (o “e Sant Josep): fa da cornice al Mercat de la Boqueria.
  • Rambla dels Caputxins (o  del Centre): è nota per ospitare la meravigliosa Plaça Reial e il Gran Teatre del Liceu.
  • Rambla de Santa Mònica: considerata la “porta d’accesso” al porto.

Altro simbolo indiscusso della città è la Sagrada Família, monumentale capolavoro di Antoni Gaudí, massimo esponente del modernismo catalano. Iniziata nel nel 1882, sotto il regno di Alfonso XII, è ancora oggi in fase di costruzione.

Tra le le Ramblas e la via Laietana, si sviluppa l’affascinante quartiere gotico, il Barrio Gotico. Antico centro del potere politico e religioso, ospita pregevoli architetture come la Cattedrale della Santa Croce e Sant’Eulalia (edificata, in stile gotico, tra il XIII ed il XV secolo è dedicata alla patrona della città) e la Basilica di Santa Maria del Mar (costruita nel Trecento, è considerata uno dei più fulgidi esempi di arte gotica catalana).
Il quartiere fa da sfondo anche ad importanti musei. Tra questi, si ricordano: il Museu Picasso e il Museo di storia di Barcellona.

Il polmone verde di Barcellona è il Parco della Ciutadella. Tra alberi, prati, cascate e laghetti, trovano spazio anche un giardino zoologico ed un museo di zoologia.

Se si vuole godere di un vista insolita, e scenografica, sulla città si può salire sul Montjuïc, con il suo suggestivo castello, o sul Tibidabo (la montagna magica).

Una visita alla città di Barcellona è anche un’ottima occasione per scoprire, o riscoprire, la tipica cucina catalana. Assolutamente da provare sono: il Pa amb tomaquet (un goloso pane con pomodoro), la Tortilla de patatas (molto più che una semplice focaccia di patate), i Canelons (cannelloni ripieni con tre diversi tipi di carne), l’ Esqueixada de bacalà (un’insalata fredda con baccalà, pomodoro, olive e cipolle) e, ovviamente, la deliziosa Crema catalana.

Barcellona è anche considerata la capitale della vita notturna. Locali e pub per ogni gusto, e per ogni età, non mancano. I quartieri più vivaci sono: Barrio Gotico, Barceloneta (il quartiere sul mare), il trasgressivo El Born, il sofisticato Gracia e il modernissimo Eixample.